Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Missione ad Algeri del Procuratore Generale presso la Corte Suprema di Cassazione Giovanni Salvi (27-29 marzo 2022)

Data:

29/03/2022


Missione ad Algeri del Procuratore Generale presso la Corte Suprema di Cassazione Giovanni Salvi (27-29 marzo 2022)

Nel quadro delle dinamiche relazioni tra Italia e Algeria e anche con l’obiettivo di approfondire ulteriormente la cooperazione giudiziaria tra i due Paesi, il Procuratore Generale presso la Corte Suprema di Cassazione Giovanni Salvi ha effettuato una missione ad Algeri dal 27 al 29 marzo.


Nel corso della visita, il Procuratore Generale ha incontrato il Procuratore Generale presso la Corte Suprema algerina, Majid Abderrahim, il Primo Presidente presso la medesima Corte, Tahar Mamouni, e il Ministro di Giustizia Abderrachid Tabi.

A dimostrazione della qualità dei rapporti italo-algerini e della comune volontà di rilanciare ulteriormente la cooperazione giudiziaria, al termine della riunione tra Procure generali i due Procuratori generali hanno concordato un piano d’azione in dieci punti di taglio operativo finalizzato all’avvio di una collaborazione strutturata tra le istituzioni dei due Paesi. I due Procuratori Generali si incontreranno nuovamente a breve a Palermo in occasione della Conferenza europea dei procuratori organizzata nel quadro della Presidenza italiana del Consiglio d’Europa.

Il Procuratore Generale ha altresì effettuato una visita al Tribunale di Sidi M’Hamed di Algeri, dove sono stati illustrati in dettaglio le competenze e i risultati dei Poli specializzati in materia di anti-terrorismo, di crimini economici e finanziari e di cybercriminalità. I Procuratori e i giudici algerini intervenuti hanno manifestato un forte interesse per la riconosciuta esperienza italiana nella lotta al crimine organizzato, in tutte le sue forme.

Infine, il Procuratore Generale è stato ricevuto alla Scuola Superiore della Magistratura algerina, dove ha potuto rivolgersi a un numeroso gruppo di magistrati in servizio e di giovani magistrati in tirocinio, con i quali ha voluto complimentarsi, indirizzando loro un caloroso augurio di successo per la loro missione di magistrati rigorosi e indipendenti, al servizio della tutela dei diritti fondamentali e della loro comunità. Alla Scuola sono state inoltre descritte le prossime importanti attività di collaborazione con l’Italia nell’ambito del Protocollo di Gemellaggio firmato in occasione della visita di Stato in Algeria del 6-7 novembre 2021 del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.


460