Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Decreto flussi lavoratori non comunitari stagionali 2013.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.71 del 25 Marzo 2013 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 Febbraio 2013 concernente la Programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari stagionali, nel territorio dello Stato, per l’anno 2013.
Il decreto – che prevede una quota massima di ingressi di 30.000 cittadini stranieri residenti all’estero – stabilisce che sia ammesso l’ingresso di lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Croazia, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, India, Kosovo, Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina, Tunisia. Il provvedimento, inoltre, nell’ambito della quota delle 30.000 unità, ne riserva 5.000 per i lavoratori non comunitari che abbiano fatto ingresso in Italia per prestare lavoro subordinato stagionale per almeno due anni consecutivi e per i quali il datore di lavoro presenti richiesta di nulla osta pluriennale per lavoro subordinato stagionale.

I datori di lavoro interessati potranno inviare le domande di assunzione compilando il modulo C, attraverso l’applicativo reso disponibile dal Ministero dell’Interno all’indirizzo https://nullaostalavoro.interno.it/Ministero/index2.jsp. L’invio delle domande sarà possibile fino al 31 dicembre del 2013.